Mindfulness Arezzo

Cos’è la Mindfulness

Mindfulness significa consapevolezza. È la nostra capacità di portare intenzionalmente l’attenzione all’esperienza del momento presente, un’attenzione aperta, accogliente e non giudicante. In ogni momento, qualunque cosa accada fuori e dentro di noi, invece di reagire impulsivamente possiamo semplicemente osservare quel che succede ed agire in modo consapevole, per essere di beneficio a noi e agli altri. Un tale modo di relazionarsi con l’esperienza – gentile, curioso e accettante – ci rende liberi e in grado di creare relazioni edificanti nell’unico momento che veramente viviamo, il momento presente.

Seppur innata, questa capacità della mente può essere allenata e coltivata nella vita quotidiana, come invita a farlo la filosofia buddhista, dove questo concetto ha un ruolo centrale per la conoscenza di sé e del mondo.

Dalla fine degli anni Settanta la Mindfulness è al centro di percorsi terapeutici e psico-educazionali per la gestione dello stress e delle emozioni. Questi protocolli, nati in ambito clinico presso il Medical School Center for Mindfulness, Health Care and Society del Massachusetts (Stati Uniti), sono ormai impiegati in tutto il mondo negli ambiti più diversi: dalla scuola alle cure ospedaliere, dalle carceri alle aziende. Le moderne neuroscienze dagli anni Duemila hanno convalidato questo approccio confermandone i benefici in ambito clinico e subclinico.

Il programma per la riduzione dello stress basato sulla consapevolezza – MBSR

 

Nato inizialmente per alleviare la sofferenza dei pazienti affetti da dolore cronico, il protocollo MBSR (Mindfulness-Based Stress Reduction) è un percorso psico-educazionale che unisce meditazione, yoga dolce e momenti di condivisione guidata. Questa forma innovativa di psico-fisioterapia è ormai utilizzata nel mondo per la prevenzione e come integrazione nella cura dello stress e dell’ansia derivato vari disturbi fisici, ad esempio:

  • fibromialgie
  • emicranie e cefalee
  • artrosi e artrite reumatoide
  • patologie psicosomatiche
  • patologie oncologiche

Con il suo approccio olistico – che prende cioè in considerazione non il sintomo ma la persona come unità di mente e corpo – il percorso MBSR trova applicazione anche come accompagnamento alla psicoterapia per disturbi quali:

  • disturbi d’ansia generalizzata
  • disturbi del sonno
  • burn-out (esaurimento psicofisico)
  • stati depressivi

Negli ultimi dieci anni sono sorte evoluzioni successive del protocollo MBSR in ambito clinico che sono ormai applicate con successo nella cura di disturbi quali l’ADHD, le dipendenze o i disturbi dell’alimentazione.

Un protocollo di riduzione dello stress basato sulla consapevolezza non sostituisce ma integra la psicoterapia e/o il percorso di cura.

Benefici comprovati dalle neuroscienze

Dal 2000 la comunità scientifica ha cominciato ad interessarsi approfonditamente dei benefici della meditazione e della pratica della consapevolezza. Studi scientifici hanno ormai dimostrato l’efficacia della Mindfulness per la riduzione di sintomatologie patologiche nonché per il benessere psico-fisico e sociale dei praticanti, nella fattispecie:

  • riduzione delle pressione arteriosa
  • riduzione del dolore fisico avvertito
  • riduzione dello stress, della rabbia, dell’aggressività
  • minore rimugino mentale
  • aumentate capacità attentive e cognitive
  • atteggiamento pro-sociale di empatia e collaborazione

Al di là dell’obiettivo, la pratica di consapevolezza è anzitutto un’occasione per prendersi cura di sé, di portare gentilezza nella vita interiore e nelle relazioni, ascoltare il proprio corpo, conoscere le proprie reazioni e porsi in modo più accogliente nei confronti dell’esperienze difficili di ogni giorno.

A chi è rivolto un ciclo di formazione MBSR

Trattandosi di un percorso psico-educazionale, il percorso  è indicato a tutti coloro che vogliono prendersi cura di sé perché si trovano in una condizione di disagio psico-fisico (per malattia, stress lavorativo, in seguito a una perdita…) e per imparare a gestire in maniera più costruttiva lo stress e le proprie emozioni (rabbia, aggressività, tristezza), a prescindere dalla presenza di una particolare sintomatologia.

Un breve colloquio conoscitivo con l’istruttore è indicato per determinare l’opportunità di intraprendere un percorso di formazione alla luce della propria situazione personale.

Struttura

Il ciclo di formazione si apre con un incontro orientativo o un colloquio individuale e si articola su 8 settimane con un incontro settimanale della durata di 2 ore circa. Tra un incontro e l’altro i partecipanti ricevono dei “compiti a casa” consigliati, sottoforma di pratiche guidate su supporto audio, esercizi e letture. Il ciclo prevede anche una giornata intensiva di pratica.

DURANTE IL PROGRAMMA CERCHIAMO DI IMPARARE A

  • Riconoscere e gestire le emozioni e il flusso dei pensieri
  • Riconoscere le relazioni tra la mente e il corpo
  • Conoscere e modificare gli automatismi non salutari
  • Gestire il dolore fisico
  • Accogliere e affrontare le situazioni difficili causa di stress
  • Migliorare le relazioni interpersonali
  • Coltivare la gentilezza verso sé e gli altri

Materiali forniti

Durante il percorso i partecipanti riceveranno le istruzioni, i supporti didattici e le tracce audio delle meditazioni guidate per la pratica personale a casa.

Informazioni utili

Il ciclo di formazione alla pratica della consapevolezza è puramente esperienziale e richiede quindi una partecipazione assidua ed attiva. Altrettanto importanti sono le pratiche individuali a casa tra gli incontri. Si richiede quindi ai partecipanti di impegnarsi a:

  • partecipare a quante più possibili delle 8 sedute
  • partecipare alla giornata intensiva
  • dedicare 45 minuti al giorno a prendersi cura di sé attraverso le pratiche e le letture
  • ma soprattutto: avere un atteggiamento curioso, aperto e gentile verso l’esperienza e i compagni

 

Ciclo di formazione MBSR di 8 settimane ad Arezzo

dal 26 ottobre al 14 dicembre 2018

ogni venerdì

dalle 18:30 alle 20:30

presso Spazio Seme – Arti in movimento

logo spazio seme orizzontale

Via del Pantano, 36 Arezzo

 

Sono aperte le iscrizioni al ciclo di formazione di 8 settimane in partenza venerdì 26 ottobre, per 8 venerdì consecutivi.

I gruppi saranno di 10-15 persone al massimo per permettere una partecipazione attiva e rendere il percorso una vera occasione di introspezione e connessione agli altri.

Se siete interessati a partecipare o per maggiori informazioni: be@themindsquare.org / 347 7121638. L’iscrizione si considera effettuata al pagamento della quota di partecipazione, tramite bonifico o di persona e dopo un breve colloquio con l’istruttore.

Chiusura delle iscrizioni: 15 ottobre.

Costo di partecipazione: 250 EUR*.

*per permettere di accedere ai benefici del programma, disoccupati e persone in sincera difficoltà economica possono partecipare ad una tariffa agevolata. 

__________________

Per le imprese, le ONG e il settore pubblico (Arezzo e provincia):

Cicli di formazione ad hoc possono essere organizzati su richiesta di imprese, ong e organismi pubblici che vogliano portare la mindfulness nel proprio contesto lavorativo per il benessere psicofisico dei propri dipendenti e nel contesto più ampio di un intervento CSR (Corporate Social Responsibility – Responsabilità sociale d’impresa).

Per maggiori informazioni e per un’offerta formativa personalizzata: be@themindsquare.org.

L’istruttore

Never stop exploring
Mirko D. Coleschi

Mi chiamo Mirko D. Coleschi e sono un istruttore di protocolli MBSR (Mindfulness-based Stress Reducation) certificato dal Centro Italiano Studi Mindfulness. Ho concluso la mia formazione come istruttore nel febbraio 2018 nel quadro di un un Master di secondo livello in Mindfulness: pratica clinica e neuroscienze presso la facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma. La mia formazione è stata anche riconosciuta dal Center for Mindfulness della School of Medicine dell’Università di San Diego (California, Stati Uniti).
Pratico hatha yoga dal 2008 e la meditazione di consapevolezza dal 2012, pratiche che integro con lo studio della filosofia e della psicologia buddhista. Ho partecipato a ritiri intensivi di meditazione e Dharma in Italia (Centro Zen L’Arco di Roma, Istituto Lama Tsong Khapa di Pomaia) e in Nepal (Kopan Monastery).

Nel 2016 ho avuto la gioia di partecipare ad Oslo alla congresso internazionale Empathy and Compassion in Society organizzato dal Tenzin Gyatso Institut di San Francisco e da Mindfulness Norvegia, nonché al Mind and Life Dialogue tra il XVI Dalai Lama e eminenti neuroscienziati e guide spirituali, due occasioni straordinarie di apprendimento e crescita professionale e spirituale che serbo nel cuore con gratitudine.

Già laureato in Scienze della mediazione linguistica e interpretariato all’Università di Bologna, lavoro regalmente come interprete presso l’Unione Europea. Mi occupo inoltre di formazione all’interculturalità tra Oriente e Occidente, cercando di diffondere da noi la saggezza delle tradizioni contemplative asiatiche, di cui la Mindfulness è espressione.

Nel 2017 ho fondato l’associazione Help Nepal con sede in Belgio, con l’obiettivo duplice di aiutare i bambini nepalesi in situazione svantaggiata ad accedere all’istruzione e promuovere la cultura nepalese in Europa.

Dopo 15 anni di viaggi e studi in dieci paesi ho trovato la mia vocazione nel portare i benefici terapeutici della Mindfulness e delle pratiche contemplative laddove c’è sofferenza. A cominciare dalla mia terra d’origine.